Salvatore Luria, medico e scienziato torinese, premio Nobel per la Medicina 1969

(24 settembre 2012)

Salvatore Luria, premio Nobel per la Medicina nel 1969, nacque a Torino il 13 agosto 1912. Intrapresi gli studi di Medicina presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo torinese, vi si laureò nel 1935, muovendo i primi passi da ricercatore nei laboratori di Giuseppe Levi.

Costretto a lasciare l’Italia a causa delle leggi razziali, continuò negli Stati Uniti la sua prestigiosa carriera nell'ambito della biologia e della genetica, nel cui sviluppo gli è oggi riconosciuto un ruolo centrale, come maestro e mentore di James Watson e pioniere degli studi sul DNA e sulla risposta genica agli stimoli esterni.

 

Risorse online

Alcuni documenti presenti in Archivio sono stati digitalizzati e sono ora disponibili sulla piattaforma DigitUnito.

Inoltre l'archivio privato di Salvatore Luria è stato donato all'American Philosophical Society, sul cui sito si possono trovare le descrizioni delle carte.

Grazie ad un accordo fra l'American Philosophical Society e la National Library of Medicine, alcuni contenuti sono stati poi digitalizzati e sono pubblicamente consultabili sul sito della NLM.

 

Approfondimenti